Stampa

Kefir d'acqua, benessere da condividere

Scritto da Dario Vancardo. Postato in Energie e risorse dell'Uomo

Fino a poco tempo fà, non avevo nessuna concezione di cosa fosse il kefir d'acqua e di quali proprietà incredibili si potesse fare vanto questa sorprendente e ultra millenaria bevanda di origini caucasiche.
Come spesso accade, la scoperta è stata puramente casuale, in quanto la prima volta che ebbi il piacere di assaporare il gusto leggermente frizzante e alcolico del kefir, è stato non più di due mesi fa, durante una piacevole serata a casa di amici. Devo premettere che caratterialmente non sono la persona adatta per scoprire nuovi sapori e degustare bevande delle quali non conosco l'origine, ma quella sera incuriosito, decisi di provare questo portentoso elisir.  
Durante una conversazione, mi presentarono la tipica bottiglia di vetro da uso domestico e da bevanda artigianale; i primi dettagli visibili furono : colore del liquido giallo-arancione, precipitati presenti sul fondo, e temperatura fredda. Assaggiai il Kefir con cautela, quasi con ostilità, ma non appena deglutii le prime sorsate, scoprii un sapore particolare, leggermente acidulo, frizzante e con un delicatissimo retrogusto di miele.
Incuriosito e piacevolmente sorpreso dal sapore del kefir, chiesi alcune informazioni circa le origini di questa bevanda ad alcune delucidazioni riguardo al processo produttivo della stessa.


Mi spiegarono in breve che la bevanda era composta principalmente da tre elementi, i grani di kefir, acqua naturale e zucchero di canna grezzo, e che per la preparazione della stessa bisogna munirsi di :

 

Fermenti di Kefir
Infusiera da 1 lt con tappKefiro.
Zucchero di canna biologico
Limone (coltivazione biologica)
Frutta secca ( prugne, fichi, uvetta,datteri etc)

Qui di seguito riporto i passi da seguire per la preparazione della bevanda, molte di queste informazioni le ho apprese facendo un po' di esperienza personale, leggendo molti forum ed seguendo quelle che erano le indicazioni di massima che mi erano state date.


Preparazione del Kefir d'acqua


Ingredienti KefirRicordando l'importanza della cura igienica in ogni fase della preparazione, riepiloghiamo i passi da seguire per una preparazione ottimale del kefir d'acqua. Una volta ottenuti i grani di kefir, sciacquarli sotto l'acqua corrente aiutandosi con un colino e versarli direttamente dentro l'infusiera; riempire l'infusiera con 1 litro d'acqua naturale; aggiungere 5-6 cucchiai di zucchero di canna biologico e /o in aggiunta è possibile insaporire il preparato con del miele biologico; all'interno del filtro dell'infusiera aggiungiere mezzo limone tagliato a fette e della frutta secca a nostra scelta. Lasciare fermentare il preparato per 24 ore se si vuole un effetto lassativo, o per 48 ore se si vuole un effetto astringente. Una volta raggiunta la giusta fermentazione, spremere bene il limone nell'infusiera, eliminare la frutta secca e filtrare la bevanda con colino metallico o filtro di carta direttamente in una bottiglia di vetro che prontamente riporrai in frigorifero. Conservare la bevanda solo in frigorifero, e per un massimo di 5-7 giorni.

Kefir preparato

Riutilizzo dei fermenti


Ogni qualvolta si prepara la bevanda, risciacquare abbondantemente sotto acqua corrente i fermenti.
Procedere alla preparazione di una nuova quantità di prodotto eliminando i fermenti in eccesso, questi saranno ancora utilizzabili come fertilizzante biologico per vegetali e fiori. Non lasciare mai i fermenti senza acqua per più di qualche minuto, cessano di essere attivi e diventano inutilizzabili.

Proprietà principali del Kefir d'acqua

Le regioni del Caucaso sono uno dei rarissimi posti al mondo dove le genti vivono fino a raggiungere età molto avanzate, conservandosi in uno stato di benessere ottimale ed in piena efficienza fisica. In questi luoghi si conoscono molto bene e da centinaia di anni gli effetti salutari del Kefir.
Il kefir è una bevanda fermentata che contiene lattobacilli bulgarici, streptococchi termofili, lieviti, batteri propionici, anidride carbonica, enzimi vari, alcol etilico, varie vitamine (gruppo B, C, PP) zuccheri semplici, acqua o latte. Le proprietà del kefir d’acqua sono utilissime per la regolazione della flora intestinale e inoltre stimola il sistema immunitario ed è molte utile come coadiuvante nel trattamento terapeutico di disturbi come ulcere, malattie renali o epatiche, disturbi intestinali, diarrea, stipsi, eczemi.
Alcuni eminenti studiosi di fama internazionale hanno dedicato gran parte della loro vita allo studio del Kefir ed hanno tratto alcune interessanti conclusioni [1]:

Il Prof. Drasek, medico tedesco, ha confermato scientificamente l'effetto prodigioso del Kefir ancor prima della grande guerra.

Il Prof. Menkiv, studioso di biologia, afferma che gli abitanti del Caucaso non conoscono, tra l'altro, la tubercolosi, il cancro ed i disturbi intestinali.


Il Prof. Ilya Ilyich Metchnikov, premio Nobel, ha appurato che con il Kefir si guarisce il catarro delle vie respiratorie, i crampi allo stomaco, le infiammazioni croniche intestinali e quelle al fegato, i disturbi alle vie biliari e le malattie alla vescica.

Ulteriori consigli


Il kefir può essere acquistato presso delle erboristerie, ma per mia esperienza personale credo sia preferibile condividere i fermenti con chi già li possiede, in quanto come detto in precedenza, aumentano di quantità piuttosto rapidamente e quelli in eccedenza possono essere regalati.
I fermenti essendo batteri raddoppiano di volume abbastanza rapidamente, quindi ad ogni preparazione togliere i fermenti in eccesso. Durante la fermentazione assicurarsi che i fermenti siano attivi ( basta guardare se c'è rilascio di anidride carbonica). E' possibile personalizzare la bevanda in molteplici modi, si possono utilizzare delle erbe aromatiche come il cumino, e l'anice, o il finocchio oppure foglie di menta fresca e malto, oppure con alcune tipologie di frutti, come l'ananas e le arance. Chiaramente per qualsiasi tipo di ingrediente, si consiglia di utilizzare solo prodotti di coltivazione biologica, per evitare d'inquinare il preparato con pesticidi e altri agenti chimici.

Limone miele

E' doveroso sottolineare che in numerosi siti si legge che bisogna risciacquare abbondantemente i grani ad ogni fermentazione, ma in altrettanti forum, si legge che è preferibile non farlo per evitare di rovinare la simbiosi, in quanto parte della flora batterica abita sulla superficie dei fermenti.Inoltre per altre informazioni, curiosità e ricette, si consiglia di consultare le numerose pagine presenti sul web dedicate a questa bevanda e ai suoi incredibili benefici.

Conclusioni


In questa sede non si vuol far passare il kefir come un medicinale in grado di guarire da malattie e disfunzioni del nostro organismo, ma sicuramente come coadiuvante per la ricerca di un benessere psico-fisico ottimale e funzionale. In un epoca dominata dalla fredda tecnologia, dallo stress quotidiano, e dalla ricerca costante del profitto a discapito di tutto, rivalutare conoscenze e saggezze perdute potrebbe aiutarci ad affrontare al meglio le nostre vite, tenendo sempre in mente un concetto, che solo comprendendo appieno il nostro passato che possiamo volgere fiduciosi il nostro sguardo oltre il domani, e scoprire il kefir d'acqua potrebbe essere un modo sicuramente gradevole per iniziare questo tipo di percorso.

 

 

Dario Vancardo

 

Fonti

[1] http://nuke.asslarca.it/Kefir/tabid/62/Default.aspx

Link consigliati

http://www.mednat.org/cure_natur/kefir.htm
http://it.wikipedia.org/wiki/Kefir_d%27acqua
http://www.microvita.bz.it/shop/index1.html

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi è collegato

Abbiamo 9 visitatori e nessun utente online