Stampa

Sono Sabbia

Scritto da Ruggero Di Giovanna. Postato in Conoscenza

Sono sabbia, sono la sabbia dell'oceano, del mare e dei deserti.

Tante impronte disegnano il mio corpo. Alcune restano a lungo, altre qualche attimo; talune sono grandi e particolari, tal altre minute e misteriose. Nessuna resta. Il mio presente è sempre un nuovo quadro, un ovaio pronto a ricevere le creazioni degli elementi delle anime e degli spiriti. Tutto diviene, sempre diviene nel presente.

Qualcuno ha scritto “ti amo” sulla mia pelle per immortalare un amore volatile. I miei tatuaggi non sono indelebili e mostrano come ogni cosa nella materia che ha un inizio, finirà.

Eppure conservo nella mia anima gli elementi del sottile. I ricordi in me hanno l'età di una vita, una vita umana, una vita stellare. Vibro e con me tutte le cose. Le vibrazioni sono diverse e simili, uguali e varie. Esse irradiano da e verso di me e non la pazienza delle insidiose acque e dei mutevoli venti può spazzar via. In fine anch'esse andranno via ed io ritroverò il mio centro, ogni volta, nell'istante di un atomo nell infinità dell'universo ed è lì, vuoto, puro, dove la pace creativa del mondo nascosto e l'amore eterno dell'universo trascendente dimorano senza tempo.

Sono sabbia, sono una, sono tanti, non sono e, non essendo, vivo e creo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi è collegato

Abbiamo 34 visitatori e nessun utente online