Stampa

Come e perché liberare le emozioni

Scritto da Ruggero Di Giovanna. Postato in Energie e risorse dell'Uomo

1 Una delle epidemie più diffuse al mondo è l'incapacità di provare emozioni, specialmente quelle partorite dalla candida natura del proprio Io. Sono molteplici le cause che hanno diffuso questa pandemia, ma è possibile evidenziare le più comuni al fine di evitarle. Generalmente chiunque nasce con una particolare predisposizione a emozionarsi vivendo il mondo esterno e quello interiore, è sufficente osservare i bimbi per comprendere quanto essi siano sensibili agli eventi percepiti. Pian piano la maggior parte di noi va perdendo questa capacità fanciullesca, parafrasando Pascoli, e con essa anche la possibilità di vedere il cosmo sotto un punto di vista più naturale, gioioso e reale. Ciò è dovuto principalmente ad un'autoblocco emozionale costruito ad hoc come difesa a fattori che potrebbero danneggiare il lato sensibile del nostro essere. Ovvero in uno stato "naturale" (in realtà indefinibile, ma se ne considera lo stato in cui l'uomo abbia per nulla eretto i suoi canoni) un uomo potrebbe vivere in un'atmosfera di assoluta apertura mentale che gli permetterebbe di lasciarsi trasportare esclusivamente dalle proprie emozioni che, lungi dall'essere semplici reazioni nervose casuali, guiderebbero le sue scelte nella maniera più consona.

Stampa

Uomo onnivoro o vegetariano? - Parte 1

Scritto da Ruggero Di Giovanna. Postato in Energie e risorse dell'Uomo

 E' necessario per l'essere umano nutrirsi di animali oppure no? Considerato che la decisione finale spetta all'esperienza personale è bene conoscere quali siano le considerazioni sviluppate su tale argomento derivanti dall'universo scientifico, quindi dalle ricerche, e dalle testimonianze ovvero i risultati delle esperienze altrui. Segue un'analisi su tutto ciò che può essere ritenuto importante e di ausilio specialmente in rapporto ad un regime alimentare non carnivoro.

Se ne analizzano in primo luogo gli aspetti scientifici e nutritivi, detti così separati poiché, talvolta, non collimano, fermando l'attenzione specialmente sui prodotti di derivazione animale al fine di capire se essi siano veramente essenziali per il ciclo biologico umano aldilà delle personali scelte alimentari dettate dal gusto e dalla cultura.

Gli argomenti più conosciuti sono quelli vittime del luogo comune, ovvero nel mondo degli onnivori si è fatta ormai consuetudine sapere che la carne sia fonte di proteine, vitamine (B12) e minerali (Ferro) che non sia possibile trovare nel regno vegetale quanto meno in quantità e qualità apprezzabili.

Stampa

La democrazia è la migliore forma di governo?

Scritto da Ruggero Di Giovanna. Postato in Uomo sociale

Assemblea democraticaLa maggior parte della gente della civiltà occidentale dà per scontato che la democrazia sia la migliore forma di governo esistente. E' stato insegnato che essa sia stata una conquista del popolo e dell'umanità intera. Ne analizzeremo i dettagli sia da un punto di vista filosofico che pratico per evidenziare se sia questa una verità o meno. Essendo l'argomento lungo e ostico è accettata qualsiasi critica e sviluppo della mia analisi.

 

1 Innanzitutto il termine democrazia non ha un significato preciso. Non è stato mai deciso quale sia la sua ufficiale significazione. Quindi parlare di democrazia diventa già difficile perché ognuno ne dà che il significato che più gli aggrada. Molte Nazioni si dichiarano democratiche pur avendo sistemi differenti. L'etimologia del termine ha derivazione greca (δῆμος che gli studiosi dicono significare "popolo" e κράτος ovvero "potere" o meglio "forza materiale") ed esso nell'antica Grecia era utilizzato inizialmente in senso dispregiativo per criticare il sistema pericleo, come per evidenziare una dittatura del popolo (ovvero della maggioranza).

Stampa

Importanza della salubrità fisica nel progresso spirituale

Scritto da Ruggero Di Giovanna. Postato in Energie e risorse dell'Uomo

É necessario stabilire quanto sia importante far attenzione al corpo quando si ha intrapreso un cammino spirituale. Si dovrà stabilire se abbia o meno un'influenza (e quanta) la cura del corpo nel progresso spirituale, e in questo caso porre la giusta attenzione a sviluppare l'uno quanto l'altro. Si intenda per spirituale ciò che trascende il corpo e che esiste e ha il potere di interagire in una realtà sottile diversa da quella materiale o quantomeno non conoscibile alla e dall'ordinaria mente umana. A qualsiasi realtà nascosta si voglia credere, che sia Anima, Spirito, Angeli, Energie divine, mondi olografici, Universi multidimesionali, Arconti, alieni eterei o anche poteri della mente, Luci vibrazionali e Uno collettivi, bisogna ricercare una chiave che possa permettere di percepirne l'essere. Questo può avvenire in tanti di quei modi che sento il coraggio di poter definire infiniti. Nella storia conosciuta sono poche le persone che hanno lasciato testimonianza di aver avuto un dono naturale nel partecipare dei mondi spirituali senza l'ausilio di nessuna tecnica o maniera; mentre sono moltissime quelle che ancora oggi sanno come visualizzare la conoscenza di realtà esoteriche attraverso particolari tecniche e conoscenze riunite in percorsi psico-spirituali spesso lunghi e duri. E' solamente in questo campo che coloro che non abbiano doni eccezionali e non siano contattati da divinità possono trovare l'importanza della questione portata. Dunque quale collegamento può avere il corpo nell'interazione con la ricerca spirituale? 

Stampa

Neurotrofismo e plasticità mentale

Scritto da Ruggero Di Giovanna. Postato in Energie e risorse dell'Uomo

E' obiettivo di questo articolo analizzare alcuni aspetti della mente umana a mio avviso molto importanti, alcuni dei quali già ben conosciuti, altri frutto di recenti ricerche, attraverso i quali poter dare alcuni consigli vitali per un ottimo sviluppo delle proprie potenzialità neuronali e per una miglior gestione delle capacità già acquisite, nonché per una saggia protezione alle condizioni di stress e tensione cronici tipici della vita odierna occidentale.

L'elemento da cui si parte è il termine neurotrofismo. Non troppo tempo addietro era creduto che le cellule nervose una volta danneggiate non potessero più ritornare ad uno stato funzionale ed anche che nella fase adulta il corpo umano non fosse più capace di creare nuove cellule nervose e sviluppare nuovi circuiti nervosi. Oggi si è potuto appurare che non solo il corpo scioglie continuamente sinapsi vecchie per formarne di nuove ma risulta anche capace di creare nuove unità neuronali, cosicché possano formarsi in gran misura nuove reti neuronali potenziali. Quest'azione è detta neurotrofismo. E' un processo molto complesso guidato anche da una serie di sostanze chimiche, sia endogene che esogene, che ne agevolano o ne contrastano il meccanismo, come ben ci mostra la psiconeuroendocrinoimmunologia. Qui se ne discuterà l'aspetto psicologico, oltre che per motivi di competenza anche perché la ricerca chimico medica su questo campo è a tutt'oggi in fase embrionale.

 

Chi è collegato

Abbiamo 46 visitatori e nessun utente online